Azioni per la ripartenza dei giovani

Cura delle Persone

Le giovani generazioni sono forse quelle che hanno sofferto di più questo periodo di lockdown e di isolamento, anche se spesso, tranne qualche eccezione, sono quelli che hanno rispettato di più le restrizioni imposte. Crediamo che per questa ragione vada riservata loro particolare attenzione.

Proseguimento del piano di ristrutturazione e ammodernamento degli Istituti Scolastici comprensivi di Vigevano.

Avvio di un progetto per la creazione di un nuovo Polo Scolastico Unificato, in collaborazione con la Provincia di Pavia, in un’area facilmente accessibile, dotato di strutture di servizio condivise con la città (palestre, strutture sportive, biblioteche, ecc.).

Istituzione di corsi di coding, in collaborazione con gli istituti scolastici, destinati ai ragazzi delle scuole primarie di primo e secondo grado.

Istituzione di corsi di storia e cultura locale ed elementi di dialetto locale (in collaborazione con l’Università della Terza Età) per far conoscere alle giovani generazioni la storia e le tradizioni della nostra città, trasmettendo il senso di appartenenza, amore e rispetto per la cosa comune.

Attivazione in partnership con il terzo settore di azioni dedicate alla sensibilizzazione dei giovani per i pericoli connessi all’abuso di alcol, problema che purtroppo sembra essersi accentuato nella fase immediatamente successiva ai mesi di lockdown.

Proseguimento delle attività di prevenzione contro le dipendenze da droghe all’interno delle scuole secondarie di primo e secondo grado, attraverso interventi durante le ore di lezione da parte dell’unità cinofila della Polizia Locale, ed incontri in collaborazione con gli Enti preposti.

Continuazione del progetto “Vita sicura”: è importante insegnare ai giovani i principi fondamentali di una guida sicura e dell’educazione stradale per sensibilizzare al tema della prevenzione degli incidenti, causati da imprudenza o imperizia. L’educazione partirà dalle scuole e dal confronto con la Polizia Locale che sarà parte attiva di questi incontri.

Prosecuzione dei progetti contro il bullismo attraverso incontri nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.

Restiamo in contatto

Andrea Ceffa Sindaco